#Educational

Summer School, PalazzinaEducational alla Fondazione Lucia Guderzo

Andrea Faliva
Mar · 2 min. di lettura

I bambini sono tutti speciali, ma quelli che abbiamo avuto modo di incontrare durante la Summer School, organizzata dalla Fondazione Lucia Guderzo, lo sono un po’ di più. La Fondazione, infatti, si adopera da anni per aiutare le persone con disabilità, cercando di incrementarne l’autonomia e di abbattere le barriere fisiche con l’ausilio della tecnologia.

Proprio in quest’ottica si è inserito il progetto Palazzina Educational, quando ad agosto abbiamo partecipato alla Summer School organizzata dalla Fondazione. Nella fantastica location di Castello Tesino, bambini ciechi dagli 8 ai 14 anni hanno intrapreso con noi un percorso informatico, che li ha portati a scoprire un po’ la storia del mondo digitale, dalla nascita dei computer e di internet, alla diffusione dei Social Network.

Durante questi incontri ci siamo posti una grande sfida: rendere accessibili ai ragazzi ciechi i Social Network e l’identità aziendale e il modo in cui viene comunicata, attraverso i loghi. Abbiamo, infatti, trovato un modo per tradurre tutto questo in linguaggio Braille, abbattendo una barriera enorme fino a questo momento.

Le diverse tappe del percorso che abbiamo intrapreso con i bambini ci hanno portato quindi ad ampliare la loro conoscenza del linguaggio Braille e delle sue finora inesplorate possibilità, quando declinato al mondo digitale.

Al termine dei nostri incontri i ragazzi sono stati in grado di leggere i loghi nel linguaggio Braille e di imparare qualcosa di più su come sono fatti i Social Network, quali sono i loro rischi, ma anche le loro immense opportunità.

È stato un piacere immenso per noi di Palazzina dedicarci a questo percorso assieme ai ragazzi e vedere come, nel nostro piccolo, abbiamo contribuito a facilitarli nell'avvicinarsi al mondo digitale.