#Cultura

La Digital Transformation: da dove iniziare?

Andrea Faliva
Sep · 3 min. di lettura

“Spesso le persone trovano più facile essere un risultato del passato, che una causa del futuro”

Parliamo oggi di Digital Transformation, quel termine che include i processi di innovazione tecnologica che accompagnano la crescita delle aziende, con l’intento di creare vantaggio competitivo. Per molte PMI, si tratta di un fenomeno che riguarda il cambiamento del modello di business adottato, per altre di organizzazione del lavoro o di gestione delle attività di comunicazione verso i propri clienti (customer care) o verso nuovi potenziali clienti (marketing).

L’approccio che cerco di avere è solitamente orientato al trovare modalità che permettano alle persone di esprimere il loro valore aggiunto, risparmiando tempo su attività ripetitive o dal basso impatto, tranquillamente gestibili da sistemi automatici. 

Dati alla mano ci rendiamo conto che la tematica è molto calda all’interno di PMI (sotto i 50 dipendenti e i 10 milioni di fatturato) o nelle startup. In entrambi i casi, parliamo di realtà aziendali di dimensioni più ridotte che riescono a gestire il cambiamento con modalità più snelle rispetto alle aziende di dimensioni maggiori, o che partono con approcci più digitali rispetto a realtà che hanno accumulato percorsi operativi che si sono sedimentati nel tempo.

L’ostacolo più grande in questo momento storico? 

La mancanza di competenze.

Servono persone con una visione aziendale d’insieme ma con competenze tecniche verticali su programmazione, analisi e performance.  Il veloce ciclo di crescita che caratterizza il mercato non lascia il tempo alle scuole di recepire il cambiamento e di rimanere al passo con i tempi, con tristi conseguenze che ricadono sull’educazione dei giovani che si trovano ad avere una formazione superficiale e carente. C’è inoltre un problema nel management, il quale, non vedendo chiaramente e da subito il ritorno economico scaturito da questi investimenti, si scoraggia velocemente.

Digital transformation: i primi passi

Nel concreto, però, cosa possiamo fare per iniziare il nostro percorso di Digital Transformation?

  • In primis, penso sia fondamentale lavorare sulle competenze: come manager, come responsabili, come operativi o come studenti: serve essere pronti e preparati su tematiche inerenti alla materia. Analizzare e studiare anche quanto successo in passato, facendo propri i casi celebri che iniziano a popolare gli scaffali delle librerie che trattano l’argomento (Blockbuster vs Netflix, Walmart vs Amazon, ecc.).

  • A questo affiancherei il coraggio di iniziare: non pensare di fare subito il passo più lungo della gamba, ma cominciare con piccole cose in grado di migliorare le nostre giornate, per capire l’incidenza che tutto questo può portare nella nostra vita.

  • Metterci un po’ di creatività, provare a pensare in modo diverso e vedere le cose da punti di vista differenti per aiutare a portare sempre più valore.

La Digital Transformation comporta un cambiamento di leadership, un modo di pensare diverso, nuovi modelli di business e un maggiore utilizzo della tecnologia per migliorare l’esperienza dei dipendenti, dei clienti, dei fornitori, dei partner e di tutte le parti interessate dell’azienda.