#Interviste

Content Strategy su Pinterest: 5 consigli da Mathilde Jais

Elisabetta Pettenuzzo
Jan · 5 min. di lettura

Mathilde Jais, responsabile della crescita del Sud Europa per Pinterest, ci ha spiegato come realizzare una una Content Strategy su Pinterest, che possa essere d’ispirazione ad utenti e brand.

“Il posto giusto per le tue idee”: è questo il messaggio che accoglie gli utenti che atterranno nell’area dedicata all’uso di Pinterest da parte delle aziende. Con oltre 300 milioni di iscritti e 200 miliardi di Pin salvati in tutto il mondo, Pinterest è sicuramente la piattaforma che sta vivendo il momento di maggiore espansione ma che viene ancora inserita marginalmente rispetto all’inserimento di Facebook, Instagram o LinkedIn nelle proprie strategie di comunicazione.

A differenza di questi ultimi però, Pinterest non è un semplice Social Network, bensì un personal media; un vero e proprio motore di ricerca in cui le persone possono scoprire idee creative a cui nella vita di tutti i giorni. Questa piattaforma è ideale per tutte le aziende che operano nel settore della bellezza, del design, del cibo o del fai da te. Con l’83% di utenti che afferma di aver effettuato un acquisto basato sui contenuti dei brand visti sulla piattaforma, Pinterest si posiziona anche come una delle piattaforme pubblicitarie più vantaggiose sul mercato. Il suo algoritmo, a differenza di quello di Facebook, è stato creato per incoraggiare contenuti migliori e per indirizzare gli utenti direttamente al sito web dei brand. Gli annunci di Pinterest sono adatti a ogni tipo di azienda: grande o piccola, globale o locale. Grazie alla varietà dei prodotti pubblicitari offerti, consente di mostrare idee e prodotti alle persone giuste al momento giusto.

Ci siamo fatti raccontare da Mathilde Jais, responsabile della crescita del Sud Europa di Pinterest, ci ha raccontato tutti i vantaggi che ogni azienda e direttore marketing dovrebbero conoscere per poter sfruttare da subito questa preziosa risorsa.

#1 Quali sono i contenuti che funzionano meglio su Pinterest? Quali settori si prestano meglio a questa piattaforma?

Pinterest è il luogo ideale per tutti i creators che vogliono dar vita al proprio business. All’interno della piattaforma è possibile accedere ad un un miliardo di idee che riguardano svariate categorie: i settori più popolari includono moda, bellezza, arredamento d’interni, cibo, viaggi e fai da te.

#2 Quali sono le funzionalità da tenere monitorate? Quali metriche?

Implementando le best practice contenute all’interno della sezione Business, i creators possono raggiungere quel pubblico alla ricerca di un’idea, di un’ispirazione, o di un nuovo oggetto da acquistare. Il 90% degli utenti infatti dichiara che Pinterest esercita una forte influenza nella fase di scelta, regalando idee relative a quali prodotti acquistare. Per questo Pinterest ha sviluppato e aggiornato quattro tool:

  • la pubblicazione automatica RSS;

  • la programmazione e la creazione di Pin;

  • il caricamento video;

  • Pinterest Analytics

Sono proprio i video uno dei formati a cui Pinterest sta prestando maggiore attenzione. Il vantaggio offerto dai video infatti sta proprio nella possibilità di raccontare storie con un linguaggio autentico e di immediata comprensione, in grado di catturare rapidamente l’attenzione di tutti gli utenti alla ricerca di nuove idee. Ad oggi i temi più ricercati in modalità video riguardano il mondo del wellness, come esempi di allenamento fitness, tutorial di beauty e fashion, progetti DIY, ricette e più in generale tutti i video che rientrano nella categoria degli “how-to”. Per pubblicare video è necessario avere un account Business e basterà semplicemente cliccare sul segno “+” del generatore di Pin.

#3 Quali sono le metriche principali da tener monitorate su Pinterest?

Pinterest Analytics è indispensabile per comprendere i risultati ottenuti dai Pin, in modo organico e a pagamento. Fornisce dati statistici sull’account e permette ai creators di scoprire in che modo gli utenti interagiscono con i contenuti, visualizzare i pin e gli annunci più popolari così da dar vita ad una strategia multimediale sempre più efficiente. Ogni account Business ha accesso a dati statistici relativi al proprio profilo,  cliccando “Analytics” sul menu delle impostazioni o direttamente al link: analytics.pinterest.com/

In genere, consigliamo di utilizzare Analytics subito dopo aver settato correttamente l’account Business e inserito il proprio sito web. È possibile anche convertire il proprio profilo personale in account Business.

#4 Quanto dovremmo investire nell’advertising per raggiungere gli obiettivi?

Gli annunci di Pinterest consentono di ampliare la copertura sulla piattaforma. I Pin sponsorizzati rappresentano il modo migliore per garantire una maggiore copertura ai tuoi Pin e aumentarne la reach. Il metodo più veloce per fare advertising su Pinterest è promuovere ogni contenuto idoneo direttamente dal Pin. Una volta creato un Pin efficace potrai promuoverlo per raggiungere ancora più velocemente gli utenti alla ricerca di idee che combaciano con i contenuti dei creators. In Pinterest abbiamo un’ampia sezione dedicata alle strategie di sponsorizzazione e alle best practice.

#5 Perché preferire Pinterest a Instagram?

La differenza principale risiede nel fatto che Pinterest assomiglia più ad un “personal media” che non ad un social media. Le persone arrivano su Pinterest per trarre ispirazione in modo indipendente.

Su Pinterest infatti, le persone effettuano una ricerca attiva alla scoperta di un consiglio visivo o per ricevere nuovi spunti creativi come trovare il prossimo taglio di capelli, quale divano acquistare per regalare un aspetto più contemporaneo al proprio salotto. La maggior parte delle idee su Pinterest sono salvate da brand, blogger e website publisher. Questo significa che questi creatori professionisti danno il principale contributo per i contenuti ispirazionali di Pinterest.

I brand hanno quindi un vasto terreno su cui inserirsi proprio perché le persone che arrivano su Pinterest sono già pronte ad intraprendere delle azioni. Navigano nella feed per trovare spunti, ma cercano anche argomenti di loro interesse e fanno click sui Pin per scoprire maggiori informazioni, arrivando potenzialmente al tuo sito in pochissimi passaggi.

Vuoi raccontare il tuo brand su Pinterest?